Torna alla pagina filologica

 

Inviate i vostri commenti

 

 

 

 

ARCHIVIO EVENTI

 

Incontri filologici del MARTEDI'
organizzati da Gi., Gi. & Gi.


Martedì 18 febbraio 2003, ore 15.00 - 17.00

 

Giancarlo Abbamonte introduce il seminario di
Lorenzo Miletti
(Università di Napoli "Federico II")


Le Storie di Erodoto nell'interpretazione di Boiardo. La riflessione sullo stile, sulla morale e sulla politica all'origine del volgarizzamento.

 

La prima versione in volgare italiano delle "Storie" di Erodoto fu opera di Matteo Maria Boiardo (1441-1494). Il testo circolò negli ambienti della corte di Ercole d'Este in forma manoscritta, e fu stampato a Venezia solo nel 1533. Poco studiato dai filologi romanzi e ancor meno dai filologi classici, questo volgarizzamento rappresenta, tuttavia, un notevole sforzo di interpretazione e di riappropriazione di un autore greco più celebre, in quell'epoca, che realmente conosciuto. Analizzando la prefazione dello stesso Boiardo al suo lavoro e le scelte e gli interventi che egli attuò nel tradurre, è possibile attribuire all'autore dell'Innamorato un'interpretazione di Erodoto ricca di intuizioni interessanti e meno ingenua di quanto la critica moderna abbia spesso creduto.

 

Nel corso dell'incontro saranno indicati il calendario ed i titoli delle prossime relazioni. Chi desideri ulteriori informazioni sugli argomenti dei prossimi incontri ovvero chi voglia tenere una relazione nel prossimo ciclo di seminari (Anno Accademico 2002-2003) può rivolgersi a Giancarlo Abbamonte al seguente indirizzo email: giancarlo.abbamonte@unina.it

 

Prossima relazione


25.02.03: O. Cirillo, Il silenzio della 'puella': struttura e tecnica della comunicazione in Ov. am. I 7.
Presenta G. Polara

Torna alla pagina GI.GI.GI.