Torna alla pagina filologica

 

Inviate i vostri commenti

 

 

 

 

ARCHIVIO EVENTI

 

 

Incontri filologici del MARTEDI'
organizzati da Gi., Gi. & Gi.


Martedì 4 maggio 2004, ore 15.00


Biblioteca del Polo Classico
Facoltà di Lettere e Filosofia
Università degli Studi di Napoli "Federico II"

 

L. Spina introduce il seminario di
Massimiliano De Conca
(Università di Napoli "Federico II" )


La 'Venus furtiva': considerazioni sul genere dell'alba.


L'alba è il momento di trapasso fra il giorno e la notte, vissuto come triste abbandono della donna amata dall'amante che ha ormai consumato il suo amore e che deve fare attenzione a preservarlo agli occhi indiscreti. Per l'amante non corrisposto, essa è, invece, la fine dei tormenti notturni dovuti alla lontananza dalla donna amata. L'alba è infine la linea di confine fra tenebre (male) e luce (bene), il momento in cui la vita riprende il suo cammino secondo le regole della vita cristiana. Attraverso lo spoglio di testi classici greci e latini (dai lirici all'Anthologia Palatina), ma anche medievali (testi religiosi e profani), si terranno presente queste tre diverse direzioni per tracciare una mappa ricca, anche se non esaustiva, dell'evoluzione di un genere letterario (quello dell'alba) prettamente romanzo, quanto indubitabilmente classico, almeno nella sua genesi tematica. Pur nella differenza socio-culturale e storica dei testi presi in considerazione (dalla Grecia di Saffo, alla Roma di Tibullo, alla Provenza dei trovatori), è difatti possibile ritrovare una linea comune trasversale, segno di una continuità temporale e tematica spesso evocata, ma non sempre dimostrata.

 

 

Nel corso dell'incontro saranno indicati calendario e titoli delle prossime relazioni. Chi desideri ulteriori informazioni sugli argomenti dei prossimi incontri ovvero chi voglia tenere un seminario può concordare la data con Giancarlo Abbamonte al seguente indirizzo email: giannamar@libero.it

 

Torna alla pagina GI.GI.GI.