VERONA
e i DELLA SCALA

 

Occupata dagli Ostrogoti durante la guerra gotico-bizantina, quindi dai Longobardi, Verona fu presa dai Franchi, divenendo poi residenza di imperatori come Ottone I e II, che vi organizzarono anche importanti diete.
Costituitasi Comune almeno dal 1135, Verona vide riconosciuta la propria autonomia nel 1183, e dopo molti torbidi, culminati con il governo di Ezzelino (1232 - 1259), venne a legare i propri destini a quelli della famiglia Della Scala, che ne resse le sorti fino al 1387, quando la città cadde nelle mani di Gian Galeazzo, signore di Milano.
Passata nel 1404 sotto Venezia, fu con la Serenissima fino all'occupazione francese del 1797 e quella austriaca del 1798 - 1801, a lungo contesa tra le due potenze. Tornata a far parte dell' Impero Asburgico fu una delle piazzeforti del quadrilatero austriaco, fino al 1866, quando entrò a far parte del
Regno d'Italia con la III^ guerra d'Indipendenza.

 

  Signori Periodo
     
  MASTINO 1262 - 1277
  ALBERTO I 1277 - 1301
  BARTOLOMEO I 1301 - 1304
  ALBOINO I 1304 - 1311
  CANGRANDE I 1311 - 1329
  MASTINO II 1329 - 1351
  ALBERTO II 1329 - 1352
  CANGRANDE II 1351 - 1359
  PAOLO ALBOINO 1359 - 1365
  CONSIGNORIO 1359 - 1375
  BARTOLOMEO II 1375 - 1381
  ANTONIO I 1375 - 1387
 

 

Nel 1387 VERONA è occupata da GIAN GALEAZZO, signore di Milano.